Categorie in evidenza
Materassi_gli_alleati_del_buon_riposo


Scritto il 30 agosto 2017 - Da - In Arredare - Con 868 Visualizzazioni

Materassi: gli alleati del buon riposo

Dormire è una prerogativa a cui nessuno può rinunciare e per dare ogni giorno il 100%, il nostro corpo ha bisogno di un buon riposo che permetta di recuperare le energie spese durante la giornata. Scegliere un buon materasso è quindi indispensabile per il benessere generale della persona, ma non sempre è facile orientarsi vista l’ampia gamma di prodotti disponibili sul mercato.

Ecco alcune informazioni utili per scegliere quello che più corrisponde alle vostre esigenze.

Materassi a molle insacchettate

Questo materasso costituisce l’evoluzione del tradizionale materasso a molle dal quale si differenzia sostanzialmente poichè qui ogni molla è insaccata (o insacchettata) singolarmente all’interno di un involucro in tessuto tecnico. Ogni molla, quindi, è indipendente dall’altra e questa struttura produce un effetto ergonomico, senza compressione, che accompagna la morfologia del corpo nei diversi punti di pressione durante i movimenti notturni.

materassoamolle

Uno dei vantaggi di questo tipo di prodotto è rappresentato dal fatto che supporta il peso corporeo in modo differenziato in zone prestabilite (ad es. in corrispondenza di spalle, braccia, bacino, reni) offrendo un corretto sostegno alla colonna vertebrale.
Più molle vi saranno, maggiore sarà la sensazione di comfort, traspirazione e sollievo. Ma qual è il “giusto” numero di molle in un materasso? Vi sono aziende che producono materassi anche con 2000 o 3000 molle. Ma un numero così elevato è davvero necessario? Un buon prodotto si aggira già intorno alle 600 – 700 molle. Il suggerimento è sempre quello di prediligere la qualità piuttosto che la quantità: scegliete quindi un prodotto realizzato da un’azienda affidabile e che utilizzi materie prime della miglior qualità invece che focalizzarvi esclusivamente sul numero di molle presenti.
La maggior parte dei materassi a molle non sono sensibili alle temperature e non sono sfoderabili, risultando più inclini agli acari della polvere; sono perciò poco consigliati per le persone che soffrono di allergie.

Esistono anche materassi combinati che abbinano alla struttura del materasso a molle insacchettate un rivestimento in memory foam. Ovviamente più spesso sarà lo strato di memory, più il materasso presenterà caratteristiche proprie di quelli interamente realizzati in memory foam

Materassi in lattice

Questo tipo di materasso è facilmente riconoscibile grazie alla sua consistenza spugnosa e alla trama simile a quella di un alveare. Le piccole cellette di cui è costituito hanno la funzione di “canali di aereazione” e consentono il ricambio dell’aria evitando che acqua e sudore contribuiscano a creare un micro clima favorevole alla proliferazione di germi e batteri. Proprio per questo motivo il materasso in lattice è una buona soluzione per chiunque abbia problemi di asma e offre al corpo un supporto “climatizzato” garantendo il giusto grado di dispersione del calore anche nei periodi estivi.

Il maggior plus del materasso in lattice sta però nel suo notevole livello di elasticità che lo rende ergonomico ed idoneo ad accompagnare il corpo in tutte le curve, con evidenti benefici in ambito di circolazione sanguinea, linfatica nonché per la postura.

Non dimentichiamoci che il materasso va sempre scelto anche in base al letto, alla rete e alle doghe che ne saranno il supporto. Nel corso degli anni sono state numerose le segnalazioni di soggetti che hanno rilevato la formazione di muffe o di zone umide all’interno di un materasso in lattice. Questi episodi di scarsa aereazione capitano spesso quando il materasso è abbinato ad un letto a cassettone. Nel caso in cui vogliate comunque abbinare un materasso in lattice ad un letto poco idoneo, il consiglio è quello di capovolgerlo periodicamente, ribaltandolo e rigirandolo per evitare cattivi odori. Buona norma è lasciarlo areare senza coperture per smaltire il calore residuo almeno una volta alla settimana. Fate attenzione a non bagnare mai il lattice (attenzione quindi a dormire con bambini piccoli) e, se dovesse capitare accidentalmente, fatelo asciugare lentamente senza esporlo direttamente a fonti di calore o ai raggi solari, questi potrebbero deformarlo in maniera irreversibile.

Materassi memory foam

Questo tipo di materasso è composto di schiume in materiale sintetico eco-compatibile e distribuisce il peso uniformemente, come se a sostenerlo ci fossero milioni di piccolissime molle a capacità differenziata. Il memory foam asseconda i movimenti del corpo durante la notte grazie alla “memoria” del materiale visco-elastico di cui è composto.

materassini memoryfoam

Un parametro importante per valutare la qualità di un materasso in memory è la densità: esistono materassi a bassa, media e ad alta densità. A seconda della quantità di memory impiegato, il materasso avrà caratteristiche diverse, un materasso a bassa densità risulterà essere più rigido, un materasso ad alta densità invece sarà più soffice e darà l’impressione di dormire su una nuvola.
Il memory foam, soprattutto se a media e ad alta densità, è però sensibile alla temperatura, questo significa che il materasso avrà maggiore rigidità a bassa temperatura e diventerà più morbido con l’aumento del calore. La sensibilità alla temperatura è una caratteristica generalmente apprezzata, ma può accadere che a taluni non piaccia la sensazione di riposare “sulle sabbie mobili”.
I materassi in foam a minore densità, al contrario, sono meno sensibili alla temperatura e quindi offrono un sostegno più simile a quello dei materassi a molle.

Il vero punto di forza di questo materasso sta però nell’offrire una forte sensazione di comfort evitando problemi alle articolazioni, alle vertebre e alle anche, adattandosi perfettamente alla morfologia del corpo. I modelli ad alta densità sono consigliati per soggetti che soffrono di mal di schiena, infatti la schiuma garantisce un eccellente sostegno, favorisce il giusto allineamento della colonna vertebrale e la riduzione dei punti di pressione. Inoltre, essendo un materiale avvolgente, crea una sensazione di rilassamento muscolare e facilita la circolazione sanguigna e linfatica.

Tutti i materassi in memory sono igienici e antiallergici, consigliati quindi per coloro che soffrono di patologie respiratorie. I materiali utilizzati per la produzione sono, generalmente, di altissima qualità, come ad esempio la schiuma di soia, il carbone attivo, la fibra di bambù e l’argento con funzione antibatterica. Il prezzo di un materasso in memory foam è spesso strettamente legato alla sua densità. Più denso è il memory, più normalmente è costoso il materasso.

Tags: ,

Scritto da: