Categorie in evidenza
Come pulire le foglie dal giardino


Scritto il 16 settembre 2019 - Da - In Giardini e terrazzi - Con 69 Visualizzazioni

Come preparare il giardino per l’autunno

Con l’arrivo dell’autunno, il nostro amato giardino si trasformerà presto in una distesa di foglie secche e scricchiolanti. Serve a poco aspettare che svaniscano magicamente o che un colpo di vento fortunato le trasporti sul vialetto del vicino.

Se non vogliamo che gli spazi all’esterno della nostra casa comunichino un’idea di disordine e di generale decadenza, bisogna correre ai ripari. Come? Per togliere le foglie dal giardino occorrono tanta pazienza, olio di gomito… e ovviamente i nostri consigli.

Come pulire le foglie dal giardino

Rimuovere le foglie dal prato non è solo una scelta estetica, ma una mansione necessaria per la salute del nostro giardino. Strati di foglie troppo spessi rischiano infatti di bloccare la luce solare e soffocare l’erba sottostante. Per spostarle più facilmente è importante anche raccogliere le foglie secche prima che si inumidiscano, trasformandosi in una scivolosa poltiglia.

Se la superficie da pulire non è molto grande, la scelta più pratica è sicuramente il rastrello. L’ideale è un modello ampio, con punte sottili e flessibili e un manico abbastanza lungo per alleggerire il carico sulla schiena.

Prima di iniziare la raccolta delle foglie, è una buona idea predisporre un telone su cui radunarle. Le foglie così eliminate possono essere smaltite nella compostiera: decomponendosi, in pochi mesi si trasformeranno in terriccio fertile per le nuove piantine. Le foglie raccolte possono essere utilizzate anche per la pacciamatura, un’operazione che prevede di ricoprire il terreno di foglie e rami secchi per proteggerlo nei mesi più freddi. Questa tecnica è specialmente indicata per orti a riposo.

Come fare invece per liberarsi di rami e rametti secchi? Chi possiede una stufa a legna potrà utilizzarli come combustibile. In caso contrario, potranno essere smaltiti nella compostiera oppure nella raccolta del verde secondo le modalità previste dal proprio Comune.

pulire le foglie

Soffiatori e aspiratori per le foglie

Per quanto riguarda la frequenza di pulizia, rastrellare il giardino una volta alla settimana dovrebbe essere sufficiente a mantenerlo in ordine. Tuttavia, in base al numero di alberi e al volume di foglie si può decidere di variare l’intervallo.

L’uso del rastrello è sconsigliato per i prati d’erba più sensibili. In questo caso, un’alternativa è rappresentata da soffiatori e aspiratori con motore termico o elettrico. Tali macchine sono appositamente sviluppate per la rimozione di foglie da prati e giardini. Sono facili da usare e permettono di ripulire il giardino in tempi veramente rapidi. Grazie ai soffiatori è possibile accumulare le foglie in un luogo ben preciso. Alcuni modelli consentono persino di aspirarle e triturarle per uno smaltimento più efficace.

Gli aspiratori su ruote sono un ulteriore passo davanti. Indicati per giardinieri professionisti, possono pulire più in profondità, triturare foglie e altri detriti. Tuttavia, trattandosi di modelli professionali, i costi sono sensibilmente più alti.

Avere un giardino curato in autunno e inverno non è un sogno irrealizzabile. Con cura, tempo e gli strumenti adatti, riportare l’ordine è alla portata di tutti. E i vantaggi non sono solo per l’occhio: trascorrere più tempo all’aria aperta e fare attività fisica hanno riconosciuti benefici per la salute. Insomma, pulire le foglie dal giardino ci mantiene in forma.

Scritto da: