Categorie in evidenza
acchiappasogni dreamcatcher


Scritto il 5 giugno 2018 - Da - In Decorare e fai da te - Con 995 Visualizzazioni

Come fare un acchiappasogni indiano

Avete mai pensato di realizzare un acchiappasogni indiano per decorare la cameretta del vostro bambino? Costruirlo è semplice, servono pochi materiali ed è anche un divertente passatempo per grandi e piccini. Prima di metterci al lavoro scopriamo qual è il significato originario di questo oggetto “magico” che si dice possa attrarre a sé energia positiva.

dreamcatcher2

La storia dell’acchiappasogni

L’acchiappasogni (o dreamcatcher), è un oggetto sacro per tutte le tribù dei Nativi d’America. In particolare, nella cultura Lakota, l’acchiappasogni era uno oggetto magico che proteggeva l’uomo durante tutta la sua vita preservandone gli obiettivi ed aiutandone il compimento. L’acchiappasogni doveva essere posto all’entrata della tepee, la tradizionale capanna indiana, e serviva per filtrare i sogni durante il riposo.

Hai mai pensato di costruire una tepee nella stanza del tuo bambino? Scopri qui come realizzare una tenda da gioco.

Secondo la cultura Cheyenne invece, il dreamcatcher, era una talismano portatore di forza e saggezza per chi lo custodiva.

dreamcatcher3

Catturare i sogni: questo è il compito del dreamcatcher, una sorta di amuleto reso unico da alcuni elementi che ne rafforzano il potere magico. Secondo la tradizione le perle avevano la funzione di “racchiudere” i sogni belli e far sì che fosse possibile averne ancora memoria al risveglio; le piume, invece, servivano a scacciare via gli incubi. Secondo la tradizione, quando nasceva un bambino gli veniva regalato un acchiappasogni che veniva subito collocato sopra la sua culla. Questo porta fortuna speciale veniva conservato per tutta la durata della vita dell’individuo e spesso era tramandato di generazione in generazione.

Come si costruisce un acchiappasogni?

I materiali da recuperare sono semplici:

  • Per la base a cerchio potete scegliere tra:  fil di ferro, un tubicino in plastica, un rametto di salice
  • Forbici
  • Colla
  • Spago o filo grosso
  • Elementi decorativi: piume, perle, nappine, paillettes, bottoni

Procedura

1. Prendete una base circolare in plastica o ferro. Se non ne avete a disposizione potete creare un supporto circolare con del fil di ferro o, in alternativa,  prendete un rametto di salice. Flettetelo per ottenere un cerchio e chiudete l’estremità con dello spago resistente o con della colla a presa rapida. Una volta creata la circonferenza della misura che preferite (piccola o grande che sia), create un’asola che consenta successivamente di appendere l’acchiappasogni.

2. Una volta ottenuta la base circolare, è il momento di rivestire l’intera circonferenza utilizzando materiali e colori a piacere. Si possono usare: filo da uncinetto, lana colorata, carta velina, lacci, nastri ecc.

3. La parte più complessa è la struttura interna a ragnatela. Se ve la cavate con il cucito o con il lavoro a maglia lasciate libera la vostra creatività. Se invece non siete esperti di cucito vi basterà seguire questi semplici passaggi. Iniziate dall’estremità dove avete posizionato l’asola e fissate lo spago con un nodo esattamente in quel punto. Lavorate in senso orario: tendete lo spago e avvolgetelo intorno al cerchio, dunque, fate un altro nodo (cercate di fare tutti noi equidistanti tra loro). Continuate così finché non arrivate al punto in cui avete iniziato.
howto

Un volta arrivati al punto di partenza, ricominciate, ma questa volta non facendo più passare il filo dentro e fuori dal cerchio, ma creando piccoli nodi equidistanti sullo spago che avete posizionato internamente al cerchio. Andate avanti così fino a riempire tutto lo spazio interno al cerchio.

4. Giunti al centro della “ragnatela” bisognerà fare un nodo e per fermarlo solitamente si utilizza una pietra, una piuma o una perlina. A questo punto si possono unire tutti gli elementi decorativi a piacimento. Libero sfogo alla creatività!

Tags: , , , , , , ,

Scritto da: