Categorie in evidenza


Scritto il 5 agosto 2020 - Da - In Decorare e fai da te - Con 366 Visualizzazioni

Pensile per la cucina fai da te: idee per realizzarlo

Chi si destreggia in una cucina piccola saprà che per sfruttarla al meglio è importante ottimizzare gli spazi. In questo senso, le soluzioni pensili sono perfette per riporre barattoli, bicchieri e altri utensili, così da non occupare troppo spazio nei mobiletti. I pensili hanno ingombro ridotto, costi contenuti e possono rappresentare un’aggiunta di design allo stile della tua cucina. In questo articolo scopriamo come è possibile realizzare un pratico pensile da cucina in legno.

Come realizzare un sottopensile per la tua cucina

Se la lavorazione del legno non è il tuo forte e non hai un amico falegname, questo tutorial potrebbe intimorirti, ma abbiamo trovato un video che ti aiuterà passo passo. Quello che andremo a realizzare è un pensile composto da tre ripiani più un portabicchieri nella parte inferiore.

idee pensili cucina

Il primo passo consiste nel farti un’idea chiara del progetto disegnandolo o utilizzando un programma per la progettazione. Dovrai stabilire larghezza e altezza del tuo mobiletto in base allo spazio a disposizione: questo ti aiuterà anche a capire la quantità di legno necessaria.

Puoi decidere di utilizzare per il tuo mobile del legno di recupero, per esempio da una vecchia credenza, oppure acquistare legno in falegnameria o tavole e listelli già tagliati nei negozi di bricolage. Stabilite le dimensioni delle assi, potrai anche valutare se tagliare tu stesso le assi a misura o delegare questa operazione a un falegname.

idee pensili cucina

Procedimento e consigli

Nella fase iniziale del progetto le assi dovranno essere tagliate vicino alla misura, intestate con una troncatrice, tagliate quindi a misura e incollate tra loro per formare le diverse componenti del sottopensile. Per rafforzare la struttura prima di incollare, è un’ottima idea fresare le assi. La parte posteriore e i ripiani sono più semplici da tagliare, mentre i profili avranno bisogno di punti di incastro per i ripiani.

Per permettere alla colla di fare presa e asciugare servirà circa una notte. Una volta asciugate, consigliamo di piallare le assi e levigare tutte le parti che andranno a comporre il mobiletto, per eliminare tracce di colla e leggeri salti nel legno.

Puoi ora procedere al montaggio: parti da retro del sottopensile fissando i traversi posteriori ai profili. Qui potrai utilizzare delle viti, mentre per fissare i ripiani nella parte frontale è meglio utilizzare colla e morsetti, per ragioni estetiche.

idee pensili cucina

Una volta che la struttura è solida, puoi scegliere se lasciarla al naturale o dipingerla utilizzando una vernice ad acqua. Potrai anche dare al sottopensile un effetto invecchiato shabby chic, utilizzando la carta vetro per scoprire e mettere in risalto venature e nodi del legno.

L’ultimo passo è quello di realizzare il portabicchieri da avvitare alla base del mobiletto. In questo caso avrai bisogno di un’asse più piccola e di una guida per realizzare i tagli.

Il tocco finale è una mano di cera naturale, che darà al sottopensile una finitura leggermente più lucida e morbida al tatto. Occupati infine delle cerniere nella parte posteriore, che ti permetteranno di appenderlo sulla parete della cucina.

idee pensili cucina

Credi che cimentarti nella creazione di un pensile da cucina sia un’impresa troppo ardua? Se il bricolage non fa per te, lasciati ispirare dalle fotografie in questo articolo per acquistare un mobile finito. Oppure rivolgiti a uno dei nostri professionisti!

Scritto da: