Categorie in evidenza
Ecobonus Domotica 2017: detrazione al 65% per le spese per il controllo da remoto del riscaldamento


Scritto il 14 agosto 2017 - Da - In Normative e leggi - Con 749 Visualizzazioni

Ecobonus Domotica 2017: detrazione al 65% per le spese per il controllo da remoto del riscaldamento

Tra gli interventi di riqualificazione energetica (il cosiddetto Ecobonus) per il quali la Legge di Stabilità ha confermato la detrazione fiscale ci sono anche quelli relative all’installazione di impianti di domotica e multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento, di produzione di acqua calda o di climatizzazione degli appartamenti.

Quanto è detraibile la spesa per gli impianti di domotica

Le spese sostenute a partire dal 1° gennaio 2016 e fino al 31 dicembre 2017 per l’acquisto, l’installazione e la messa in opera degli impianti di domotica sono detraibili nella misura del 65%, in un arco di 10 anni, come tutte le altre spese sostenute per interventi di efficientamento energetico delle abitazioni (qui puoi leggere come ottenere la certificazione energetica per la casa).

I requisiti che i dispositivi domotici devono avere per accedere alla detrazione del 65%, secondo quanto stabilito dalla Circolare 20/E del 2016, sono:

  • Mostrare attraverso canali multimediali i consumi energetici, mediante la fornitura periodica dei dati;
  • Mostrare le condizioni di funzionamento correnti e la temperatura di regolazione degli impianti;
  • Consentire l’accensione, lo spegnimento e la programmazione settimanale degli impianti da remoto.

Sono detraibili quindi le spese per la fornitura e la messa in opera delle apparecchiature elettriche, elettroniche e meccaniche, e relative opere elettriche e murarie, per la messa in funzione all’interno degli edifici di dispositivi di “building automation” degli impianti termici degli edifici.

Per gli impianti domotici la detrazione in misura del 65% è riferita all’intero importo dei lavori, senza quindi un tetto massimo di spesa. Se invece l’installazione di impianti di domotica è concomitante con altri interventi di riqualificazione energetica, le due spese si cumulano, concorrendo al limite massimo di spesa stabilito per legge.

Non si ritengono ricomprese tra le spese ammissibili l’acquisto di dispositivi che permettono di interagire da remoto con le predette apparecchiature quali telefoni cellulari, tablet e personal computer o dispositivi similari comunque denominati.

Cosa fare per fruire dell’Ecobonus 2017

Per fruire dell’Ecobonus domotica 2017 è necessario inviare a ENEA:

  • l’Allegato E: sia in caso di semplice installazione, non connessa con la sostituzione del generatore di calore o con l’installazione di pannelli solari che nel caso di installazione connessa con la sostituzione del generatore di calore;
  • l’ Allegato F: in caso di installazione connessa con l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda.

Tags: ,

Scritto da: