Categorie in evidenza
I rimedi per eliminare gli spifferi dalle finestre


Scritto il 16 febbraio 2018 - Da - In Decorare e fai da te - Con 1544 Visualizzazioni

I rimedi per eliminare gli spifferi dalle finestre

Le vecchie finestre, soprattutto quelle con gli infissi in legno, con il tempo lasciano spazio a spifferi e infiltrazioni d’aria che peggiorano il comfort di casa e fanno aumentare il costo delle bollette energetiche di gas ed elettricità per riscaldamento e raffrescamento. Gli spifferi dagli infissi delle finestre sono infatti un problema sia in inverno, quando lasciano entrare aria fredda, che in estate, qualora sia in funzione il condizionatore contro il caldo. La soluzione ideale sarebbe quella di approfittare degli Ecobonus per la sostituzione degli infissi e isolare perfettamente la casa, seguendo alcuni semplici consigli che possono migliorare la certificazione energetica della propria casa. Se questo non è possibile ci sono alcuni semplici rimedi per eliminare gli spifferi dalle finestre e risparmiare soldi migliorando la temperatura in casa ed eliminando il rischio di formazione di condensa e muffa nelle zone circostanti.

I rimedi contro gli spifferi dalle finestre

La prima cosa da fare per eliminare gli spifferi dalle finestre è individuare da dove esattamente entra aria dall’esterno attraverso gli infissi. Il modo più semplice e pratico per scoprire da dove entra l’aria in casa è quello con la candela: basta prendere una normale candela di cera, accenderla e passarla lentamente lungo il perimetro degli infissi (ma anche dei cassettoni delle tapparelle e da ogni altro possibile punto di infiltrazione dell’aria); se la fiammella si muove significa che in quel punto passa dell’aria dall’esterno all’interno e bisogna intervenire a sigillare l’infisso.

Come sigillare gli infissi contro gli spifferi d’aria

Una volta scoperto da dove entra l’aria la prima cosa da fare è pulire bene sia le finestre che gli infissi: la cosa migliore è scartavetrare il legno con della carta vetrata abrasiva fine, eliminare i residui di polvere e passare del solvente specifico per legno che elimini le incrostazioni e le impurità lasciando il legno il più liscio e pulito possibile. Nel caso di imperfezioni evidenti nel legno può anche essere utile stuccare, con dello stucco apposito, o riempire il buco con del silicone, per rendere la superficie davvero omogenea.

Una volta pulite finestre e infissi e asciugato per bene il tutto si può passare all’applicazione di profili o strisce adesive o di bordini isolanti: in commercio esistono infatti sia dei profili in neoprene che delle strisce isolanti in gommapiuma, entrambi venduti a rotoli di diversi metri di lunghezza e con larghezza e spessore diversi in modo da adattarsi alle caratteristiche delle vostre finestre.

Nel caso di spifferi tra gli infissi e il muro, dovuti a una posa non eseguita bene o al deterioramento dell’infisso e della muratura dovuto a intemperie, variazioni di temperatura ed età dell’immobile, si può rimediare con del silicone, da applicare con l’uso di una pistola specifica con beccuccio sottile, avendo cura di pulire con uno straccio il materiale in eccesso prima che secchi definitivamente.Questo rimedio è utile anche per le infiltrazioni d’aria dai cassonetti delle tapparelle, dalle prese elettriche e da ogni altro punto di passaggio dell’aria dall’esterno all’interno della casa.

Sono tutti lavori e interventi abbastanza semplici, che richiedono solo un po’ di manualità e gli attrezzi e i prodotti adatti; tuttavia è anche possibile rivolgersi a un professionista della manutenzione della casa che può eseguire i lavori a regola d’arte in poco tempo e con il minimo disagio.

Tags: ,

Scritto da: