Categorie in evidenza
Consigli_per_cambiare_infissi_serramenti_e_


Scritto il 20 dicembre 2017 - Da - In Guide alla ristrutturazione - Con 1467 Visualizzazioni

5 consigli per cambiare infissi, serramenti e finestre

La conferma degli incentivi fiscali per gli interventi di riqualificazione ed efficientamento energetico (qui l’approfondimento sull’Ecobonus 2017 e qui le novità per il 2018) può risultare economicamente vantaggioso cambiare infissi, serramenti e finestre di casa. Oltre infatti a un maggior confort per quanto riguarda l’isolamento acustico, l’isolamento termico da caldo e freddo garantito da finestre moderne e messe in opera a regola d’arte può permettere notevoli risparmi sui costi di riscaldamento e condizionamento dell’abitazione. In pochi anni l’investimento fatto per cambiare infissi, serramenti e finestre può così essere ammortizzato garantendo un risparmio a lungo termine.

Consigli pratici per cambiare infissi, serramenti e finestre

Tuttavia prima di andare a richiedere un preventivo per la fornitura e messa in opera di infissi, serramenti e finestre è bene farsi un’idea chiara delle esigenze della propria abitazione considerando con attenzione alcuni consigli pratici.

Come prima cosa è importante stabilire a che fine si vogliono cambiare le finestre: migliorare l’isolamento acustico, incrementare la protezione dal freddo e caldo, aumentare la luminosità degli ambienti o ancora incrementare la sicurezza di casa richiedono soluzioni tecniche diverse tra loro e per le quali può essere utile l’intervento di un tecnico specializzato in grado di trovare la soluzione migliore.

Isolamento termico e risparmio economico

In inverno la dispersione di calore di un appartamento attraverso spifferi, finestre e serramenti vecchi e deteriorati può raggiungere anche il 23% dell’energia utilizzata per riscaldare casa. In parole semplici significa che ogni 100 euro spese per la bolletta del riscaldamento, 23 sono stati sprecati. Per questo cambiare infissi, serramenti e finestre, sommando il risparmio in bolletta alle detrazioni fiscali, può risultare vantaggioso nel giro di pochi anni.

Una finestra che isola bene dall’esterno è utile anche in estate qualora nell’appartamento ci fosse un impianto di condizionamento. Anche in questo caso un basso valore di trasmittanza (la dispersione verso l’esterno di calore o freddo) può permettere notevoli risparmi sulla bolletta elettrica di casa.

> Leggi anche: come ottenere la certificazione energetica per la casa

Isolamento acustico, benessere e confort

Per chi vive in zone rumorose, come il centro delle città o le aree in prossimità di grandi strade trafficate, l’isolamento acustico è senza dubbio una caratteristica importante nella scelta di infissi, serramenti e finestre. occorre infatti sapere che porte e finestre sono certificate anche in base al valore di isolamento acustico espresso in decibel e questa è una caratteristica da considerare nel momento in cui si decide di cambiare finestre per evitare di sentire rumori notturni che disturbano il sonno o diurni che aumentano lo stress e peggiorano la qualità della vita.

Sicurezza: infissi e finestre anti-intrusione

Il timore di intrusioni da parte di ladri e malintenzionati può far decidere di cambiare finestre scegliendo un modello anti-intrusione in grado di aumentare la sicurezza del proprio appartamento e la serenità personale e della famiglia. Generalmente le finestre più sicure sono quelle con almeno 4 punti di chiusura, vetri antisfondamento e maniglie antiscasso: tutte caratteristiche che ovviamente devono essere valutate da un tecnico installatore e che influiscono anche sul prezzo finale del prodotto.

Aumentare la luminosità degli ambienti cambiando finestre

C’è anche un fattore estetico che può essere preso in considerazione nella sostituzione delle finestre: se non esistono vincoli condominiali per cui infissi e serramenti non possono essere difformi da quelli degli altri appartamenti, cambiare finestre può anche permettere di aumentare la quantità di luce che entra in casa. Non si tratta necessariamente di fare lavori sugli infissi, che talvolta possono comportare la richiesta di un permesso edilizio: oggi infatti esistono infissi e finestre più sottili ma ugualmente sicuri e isolanti grazie a quali migliorare la luminosità di casa.

Quali sono i migliori materiali per infissi, serramenti e finestre?

Attualmente sul mercato esistono 3 tipi di materiali usati per infissi, serramenti e finestre: il tradizionale legno, più duraturo ma anche più costoso; l’alluminio, spesso scelto per soluzioni di design in ambienti moderni; il PVC, che rappresenta sicuramente la scelta più economica e a buon mercato per la sostituzione delle finestre.

Tags: , , , ,

Scritto da: