Categorie in evidenza
Consigli per scegliere la caldaia per riscaldamento


Scritto il 20 giugno 2018 - Da - In Guide alla ristrutturazione - Con 800 Visualizzazioni

Consigli per scegliere la caldaia per riscaldamento

Scegliere la caldaia per riscaldamento domestico più adatta alle proprie esigenze e alla tipologia di abitazione può permettere, insieme all’impostare la giusta temperatura da tenere in casa e a dotarsi di un termostato smart collegato al WiFi, di risparmiare soldi sulla bolletta del gas. Tuttavia, considerando che tutte le migliori marche di caldaie dispongono di diversi modelli e che le abitazioni non sono tutte uguali, non si può dire in assoluto quale sia la miglior caldaia per risparmiare soldi per il riscaldamento: è opportuno invece fare una seria analisi della tipologia di abitazione e delle esigenze con un tecnico installatore che, dopo un’analisi energetica della casa, sia in grado di fornire utili consigli per scegliere il miglior modello di caldaia da abitazione per riscaldamento.

Come scegliere la caldaia per riscaldamento

Se si acquista un’abitazione sprovvista di impianto di riscaldamento, o se ci si trova nella necessità di cambiare la caldaia o di staccarsi dal riscaldamento centralizzato, è importante farsi alcune domande sulle proprie esigenze e sulle caratteristiche dell’abitazione per trarne utili consigli per scegliere la caldaia più giusta.

Come prima cosa bisogna stabilire se la caldaia servirà solo per il riscaldamento, solo per la produzione di acqua calda domestica o per entrambe le funzioni; nel caso della caldaia per riscaldamento è importante anche valutare dove è installata la caldaia, se all’esterno o all’interno ed eventualmente se in un locale apposito; ovviamente il numero di persone che abitano o abiteranno la casa influisce sui consumi così come sulla scelta del modello, in particolare per quanto riguarda la potenza; la potenza dipende anche dal numero dei servizi e dalle dimensioni dell’appartamento; infine le ore che si stima di passare in casa possono far propendere per un tipo di caldaia piuttosto che un altro.

Caldaie a metano o Gpl per riscaldamento domestico

Le caldaie a metano, laddove è presenta le distribuzione di questo combustibile, o a Gpl, sono le più diffuse e, una volta stabiliti i costi di acquisto e installazione, per quanto riguarda la produzione di acqua calda domestica sono sicuramente più economiche rispetto ai boiler elettrici. Per quanto riguarda invece la produzione di acqua calda da riscaldamento il tipo di caldaia più diffuso, a metano o Gpl, è quella a muro, che a sua volta si distingue in base al tipo di camera di combustione, aperta (la caldaia prende l’aria dall’ambiente in cui si trova, motivo per cui si preferisce l’installazione all’esterno) o a camera stagna, che prende l’aria da un sistema di tiraggio e si può installare anche all’interno dell’appartamento o in un piccolo locale.

A parte la diversa installazione, le caldaie a metano o Gpl, a camera aperta o stagna, hanno la stessa resa e gli stessi consumi e il loro costo iniziale varia in un range di prezzo dai 500 ai 1500 euro, esclusa l’installazione.

Caldaie a condensazione ad alto rendimento

Si dice che le caldaie a condensazione abbiano un alto rendimento energetico, ed in effetti è così: grazie al recupero del calore che nelle normali caldaie viene invece sprecato sono infatti in grado di garantire un’alta resa termica. Tuttavia non tutte le abitazioni sono ideali per le caldaie a compensazione: serve infatti un ambiente che non disperda il calore prodotto e recuperato per non vanificare l’alto rendimento della condensazione. Quindi quando l’abitazione ha un basso livello di isolamento termico non conviene installare una caldaia a condensazione prima di aver sostituito gli infissi o isolato la casa migliorando l’efficienza energetica.

Tags: ,

Scritto da: