Categorie in evidenza
Bonus casa 2021


Scritto il 8 gennaio 2021 - Da - In Normative e leggi - Con 447 Visualizzazioni

Bonus casa 2021: tutte le detrazioni e le novità

La manovra 2021 ha confermato tutti i bonus casa ristrutturazione dell’anno precedente e le detrazioni fiscali per lavori di ristrutturazione e di efficientamento energetico. Nello specifico, vengono prorogati al 31 gennaio 2021 il bonus mobili, il bonus verde, il bonus facciate, il sismabonus e il Superbonus al 110% (esteso fino al 2022), con alcune novità che scopriamo in questo articolo.

Bonus ristrutturazione con detrazione al 50%

La detrazione al 50% per le ristrutturazioni edilizie è stata confermata anche per il 2021. Interessa gli interventi di manutenzione ordinaria (compresa la tinteggiatura delle parti comuni condominiali), il cambio degli infissi, la ristrutturazione di impianti idrici o elettrici, la sostituzione dei pavimenti, l’impermeabilizzazione di tetti e terrazze e altri interventi ordinari specificati qui.

La detrazione dovrà essere indicata nella denuncia dei redditi e spalmata in 10 anni con limite massimo di spesa di 96mila euro per unità immobiliare.

Rientrano inoltre nella detrazione al 50% i lavori di manutenzione straordinaria quali: rifacimento integrale di servizi igienico – sanitari; rifacimento o modifica integrale degli impianti anche con installazione di pannelli solari; rifacimento o nuova realizzazione di intonaci esterni; sostituzione di serramenti.

Bonus mobili 2021 con detrazione al 50%

Anche il bonus mobili con detrazione al 50% è stato confermato tra i Bonus Casa 2021. Riguarda mobili, arredi (letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, materassi, apparecchi di illuminazione) e grandi elettrodomestici di classe energetica non inferiore alla A+, destinati a un immobile oggetto di ristrutturazione.

La detrazione, sempre in 10 anni sull’Irpef, è pari al 50% per un massimo di 16.000 euro, comprensivo delle eventuali spese di trasporto e montaggio.

Ecobonus 2021: detrazione al 50 e al 65%

Anche l’ecobonus è stato confermato tra i bonus casa 2021. La detrazione al 50% riguarda i seguenti interventi:

  • acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi e di schermature solari;
  • installazione di impianti di climatizzazione invernale con caldaie a condensazione di efficienza pari alla classe A di prodotto. Se gli impianti sono dotati anche di sistemi di termoregolazione evoluti, la detrazione sale al 65%;
  • installazione di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili.

Per tutti gli altri interventi di risparmio energetico la detrazione è al 65% fino al 31 dicembre 2021.

Bonus verde 2021 con detrazione al 36%

Anche il Bonus verde è stato confermato dalla legge di bilancio, per le aree verdi sia private che condominiali, con una detrazione di imposta al 36% per un importo fino a 5.000 euro.

Il bonus riguarda le spese sostenute per gli interventi di sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi e realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.

Bonus facciate 2021 con detrazione al 90%

Riconfermato per il 2021 anche il Bonus facciate, con detrazione Irpef al 90% per le spese sostenute per interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti ubicati in determinate zone, compresi quelli di sola pulitura o tinteggiatura esterna.

Sismabonus 2021: detrazioni al 50, 70 e 80%

Con il Sismabonus 2021 spetta una detrazione del 50% per le spese sostenute nel periodo compreso tra il 1 gennaio 2017 e il 31 dicembre 2021 per interventi antisismici su edifici ricadenti nelle zone sismiche ad alta pericolosità (zone 1 e 2) e nella zona 3.

Le detrazioni salgono al 70% se dalla realizzazione degli interventi deriva una riduzione del rischio sismico che determina il passaggio a una classe di rischio inferiore, e all’80% se si passa a due classi di rischio inferiori.

Superbonus 110% prorogato fino al 2022

Viene esteso fino al 2022 il Superbonus 110%, che interessa le spese sostenute per specifici interventi in ambito di efficienza energetica, interventi antisismici, installazione di impianti fotovoltaici o di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici.

I condomini potranno concludere i lavori entro il 31 giugno 2022, se a giugno 2022 sarà completo il 60% degli interventi. Le abitazioni unifamiliari e con accesso autonomo dovranno invece chiudere i lavori a giugno 2022. Per quanto riguarda le case popolari, i lavori potranno concludersi entro giugno 2023, se a dicembre 2022 sarà stato completato il secondo stato di avanzamento dei lavori.

Scritto da: