Categorie in evidenza
Cambiare-la-vasca-in-doccia-quando-conviene


Scritto il 30 settembre 2017 - Da - In Guide alla ristrutturazione - Con 890 Visualizzazioni

Cambiare la vasca in doccia: quando conviene

Una domanda ricorrente quando si acquista casa, la si vuole ristrutturare o semplicemente si desidera rimodernare la stanza da bagno è: meglio la vasca o la doccia? I più fortunati con doppi servizi saranno contenti di adottare entrambe le soluzioni, ma chi deve scegliere una delle due opzioni, molto spesso predilige la seconda. La doccia è da sempre considerata più pratica, più sicura e meno dispendiosa in termini di tempo e di acqua (l’acqua utilizzata in doccia è circa 1/3 rispetto a quella impiegata in una vasca).

docciavasca

Perché scegliere la doccia

Negli appartamenti viene introdotta la doccia anziché la vasca per standard architettonici mirati all’efficienza della stanza e all’ottimizzazione degli spazi. Inserire un mobiletto, una lavatrice o un’asciugatrice anziché una vasca da bagno, per molti è la scelta più sensata quando si vive in pochi metri quadrati.

bagnodoccia2
Per assicurare agli anziani e ai disabili un sistema funzionale e pratico in bagno è meglio installare il box doccia al posto della vecchia vasca. Il bagno è la stanza della casa dove avvengono con più frequenza incidenti domestici a causa del rischio di scivolare sui pavimenti bagnati e per la mancanza di appoggi sicuri. Per aumentare la sicurezza si possono installare seggiolini per bambini e anziani, soffioni, doccette aggiuntive e appigli così da poter muoversi e aggrapparsi con facilità. Per aumentare la stabilità e l’equilibrio servitevi sempre di tappetini antiscivolo oppure di piatti doccia in materiali anti-caduta come pietra e resina. Fondamentale per la sicurezza è anche dotare la stanza da bagno della giusta illuminazione che consenta di avere una buona qualità di luce in tutti gli angoli della stanza.
seggiolinodoccia

Cabine doccia multifunzione e la vasca-doccia 2 in 1

Per non rinunciare alla vasca, un escamotage potrebbe essere quello di inserire il box doccia alla vostra vasca, trasformandola in un doppio servizio combinato. Aggiungendo un rubinetto a soffione, la chiusura in vetro scorrevole, realizzerete una vasca con doccia comoda e fruibile in entrambi i modi. Inoltre, le moderne cabine doccia sono in grado di trasformare il vostro bagno in una vera e propria Spa. Vengono associate alle colonne doccia soluzioni di idromassaggio, docce emozionali, cromoterapiche, con getto a vapore ecc.

docciavascacombinata

Ristrutturare il bagno, informazioni utili

Scegliere di ristrutturare il bagno spesso implica anche la domanda “scelgo la doccia o la vasca, o tutte e due?”. Intervenire seguendo le norme e regole previste dalla legge, tra opere in muratura, impianti idraulici ed elettrici, servendosi della manodopera di uno specialista abilitato è fondamentale.

– Esistono normative locali, come il Regolamento Edilizio e di Igiene Edilizia, che stabilizzano le dimensioni di un bagno principale e secondario, è bene informarsi prima di modificare i metri quadri della stanza.
– Quando il bagno è cieco, senza finestra, deve essere dotato di apparecchio per areazione meccanica.
– Le prese elettrice vanno protette con interruttore differenziale da incasso quando si trovano vicine a fonti d’acqua come lavandini, docce, vasche.
– Le pareti devono essere rivestite con materiale lavabile, resistente, impermeabile e il soffitto deve essere verniciato con pittura traspirante.
– Se si sostituiscono i sanitari per intervenire più velocemente è necessario scegliere rubinetti, vasca, doccia e sanitari con attacchi compatibili alle predisposizioni esistenti.

Tags: , ,

Scritto da: