Categorie in evidenza
Ristrutturazione casa: i consigli per risparmiare


Scritto il 9 maggio 2018 - Da - In Guide alla ristrutturazione - Con 398 Visualizzazioni

Ristrutturazione casa: i consigli per risparmiare

Quando si decide di ristrutturare casa è inevitabile pensare anche a come spendere meno, andando in cerca di consigli per risparmiare per tutti i lavori e gli interventi che implica una ristrutturazione. Ma è davvero possibile ristrutturare casa risparmiando? E come si può fare per rifare casa spendendo il meno possibile? Detto che ci sono alcuni costi fissi davvero difficili da ridurre, ci sono tuttavia alcuni semplici consigli che si possono seguire per risparmiare durante la ristrutturazione di casa.

Come risparmiare per la ristrutturazione di casa

La prima cosa da fare per risparmiare durante la ristrutturazione di casa è quella di informarsi con precisione circa le detrazioni fiscali in vigore nell’anno in cui si effettuano i lavori. Sono i cosiddetti Bonus Casa, la cui aliquota può variare di anno in anno in base a quanto stabilisce il governo nella legge finanziaria, e che tuttavia possono garantire un recupero fiscale in 10 anni di almeno il 50% degli importi spesi per gli interventi di ristrutturazione edilizia. A questo proposito, una prima panoramica di tutte le detrazioni fiscali per gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria e ristrutturazione edilizia si trovano qui.

Più preventivi da confrontare

Ovviamente anche farsi fare diversi preventivi da aziende e professionisti è un modo per risparmiare sui costi per la ristrutturazione: non sempre il preventivo più basso è il migliore in termini di prezzo o il più vantaggioso, ma è vero che avere davanti dalle 3 alle 5 stime dell’importo necessario per l’esecuzione dei lavori permette di fare la scelta migliore in rapporto alle proprie aspettative. Però, c’è un però: farsi fare diversi preventivi non significa poi fare uno spezzatino dei lavori da effettuare e affidarli in base al costo, con il rischio di protrarre i lavori e non avere coordinamento tra i diversi esecutori. Meglio, molto meglio scegliere un preventivo vicino al prezzo in linea con il proprio budget, affidare tutti i lavori a quella impresa contrattando uno sconto che si avvicini o pareggi il preventivo più basso tra quelli ottenuti.

Eseguire alcuni lavori con il fai da te

Con il preventivo in mano si può anche pensare di togliere dal computo alcuni lavori che si possono anche eseguire da soli: la demolizione di pareti e controsoffitti, la tinteggiatura, la demolizione e asportazione della vasca da bagno o del piatto doccia, o ancora l’eliminazione delle piastrelle a terra o sui muri sono tutti lavori che non richiedono particolari competenze tecniche e che possono essere svolti un poco per volta prima di cominciare con la ristrutturazione vera e propria.

Acquistare materiali e forniture con IVA al 10%

Un altro costo sul quale è possibile risparmiare durante i lavori di ristrutturazione è quello per la fornitura dei materiali. Bisogna premettere che l’aliquota IVA per l’acquisto dei materiali, per esempio piastrelle o sanitari, può variare tra il 10%, nel caso in cui l’acquisto sia fatto da chi esegue i lavori, al 22%, nel caso in cui a comprare sia il committente, come spiegato qui. Va da sé che la differenza di aliquota IVA può incidere sensibilmente sul costo finale dei lavori, ma ciò non implica che l’esecutore dei lavori non possa acquistare i materiali per esempio tra le finiture di magazzino, che non saranno l’ultimo modello a catalogo ma possono comunque garantire qualità e affidabilità a prezzi più bassi.

Programmare l’esecuzione dei lavori di ristrutturazione

Ci sono infine alcuni lavori che, per il loro impatto e complessità, è bene realizzare tutti assieme per fare economia di scala: se si deve rifare il bagno ha senso rifare anche l’impianto idraulico e quindi la posa di nuovi pavimenti; se si pensa di abbattere delle pareti può aver senso rifare anche l’impianto elettrico, per il quale è necessario scavare nuove tracce nei muri; la sostituzione di finestre e infissi invece può essere eseguita da sola, o in un secondo momento, perché normalmente non comporta spostamenti di mobili o grandi interventi murari. In tutte queste possibili combinazioni è sempre bene chiedere un consiglio all’impresa alla quale si pensa di affidare i lavori, per trovare la soluzione migliore anche in termini di risparmio.

Tags: , ,

Scritto da: