Categorie in evidenza
Ristrutturare aumenta il valore della casa


Scritto il 23 ottobre 2018 - Da - In Guide alla ristrutturazione - Con 64 Visualizzazioni

Ristrutturare aumenta il valore della casa

Ristrutturare aumenta il valore della casa e lo dimostra il fatto che gli investimenti di riqualificazione del patrimonio abitativo nel 2017 sono stati il 38% del valore totale degli investimenti in costruzioni. Dopo anni di calo, dovuto alla pressione fiscale sulle prime e seconde abitazioni, alla riduzione delle richieste di affitto, alle incertezze del quadro economico e alle difficoltà di accesso ai mutui, per acquisto e ristrutturazione, nel 2018 il mercato immobiliare sembra essere tornato timidamente a crescere e interessare i risparmiatori italiani; non solo come esigenza di migliorare la propria condizione abitativa ma anche come investimento finalizzato a una rendita immediata tramite l’affitto oppure, come avvenuto sempre in passato, ai fini di una rivalutazione del valore complessivo dell’immobile.

Di quanto aumenta il valore di una casa ristrutturata

C’è però una novità forte rispetto al periodo pre-crisi, diciamo quello 1998-2006: oggi, rispetto al passato, il valore di un immobile non dipende più solo dal mercato in sé ma anche, se non soprattutto, dalle caratteristiche dell’immobile stesso. Alcune caratteristiche (il piano, la presenza di un terrazzo o balcone, l’esposizione) e servizi (scuole, ospedali, trasporto pubblico) possono determinare differenze sostanziali tra appartamenti e immobili di pari dimensione nello stessa area di una città. Anche lo stato dell’appartamento, la presenza di impianti di domotica all’avanguardia, una ottimizzazione degli spazi, impianti ammodernati come quello elettrico, idraulico o per il riscaldamento o ancora infissi o pavimenti rinnovati aumentano il valore della casa con la possibilità di un guadagno fino al 10% al netto degli incentivi alla ristrutturazione che sono stati rinnovati anche per il 2018.

Cosa ristrutturare per far aumentare il valore della casa

Nel 2017 quasi un proprietario su sei (15%) ha ristrutturato la propria casa per aumentarne il valore in vista, non necessariamente in previsione, di una futura vendita, e nel nel 70% dei casi questa ristrutturazione ha avuto un impatto positivo sul valore dell’abitazione con il 18% degli interventi che hanno determinato una crescita del valore dell’immobile almeno pari, se non superiore, all’importo economico della ristrutturazione al netto delle agevolazioni fiscali previste. Ristrutturazione bagno e ristrutturazione cucina sono gli interventi più effettuati, per cifre mediamente intorno ai 5.000 euro, mentre la cifra media impiegata nel 2017 per ristrutturare casa è stata di 20.000 euro, con investimenti fino ai 35.000 euro per i neo-proprietari che hanno scelto un immobile da ristrutturare anziché uno nuovo, e di 50.000 euro per chi è in possesso di più immobili e punta alla sua messa a valore.

Scritto da: